Migliora la tua salute,  assicuradoti che

 gli alimenti che mangi non abbiano effetti negativi

non  è  mai  stato  cosi  facile…

solo con una piccola goccia di sangue da prelievo capillare da dito!

Circa il 45 % della popolazione è soggetta a reazioni allergiche al cibo. L’Istituto di Ricerca York ha maturato 20 anni di esperienza come laboratorio di analisi nel campo delle allergie alimentari.

Le allergie ritardate ( o intolleranze alimentari) sono patologie caratterizzate dalla produzione di anticorpi IgG nei confronti di uno o più alimenti. Solitamente gli alimenti coinvolti sono quelli che vengono introdotti con la dieta più frequentemente e in maggiori quantità.

Chi è affetto da una forma di allergia può sviluppare uno o più dei seguenti disturbi:

       Disturbi gastrointestinali: nausea, vomito, dolore addominale, diarrea, stitichezza

     Disturbi respiratori: riniti, asma bronchiale, sinusite, dispnea

     Disturbi dermatologici: acne, eczema, prurito, psoriasi, orticaria

     Disturbi neurologici e psicologici: cefalea, emicrania, vertigini, iperattività

Tutti questi disturbi, in genere, tendono a divenire cronici e non scompaiono se non con l’eliminazione completa degli alimenti responsabili.

CLINICAMENTE  TESTATO

Unico caso nel campo delle intolleranze alimentari, York vanta l’attestazione di uno studio clinico eseguito dal Prof. J. Whorwell dell’ospedale di Manchester ed effettuato su pazienti affetti dalla Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS). Lo studio, pubblicato dalla prestigiosa rivista scientifica GUT, ha stablito che il metodo York puo cambiare il protocollo dei trattamenti verso pazienti affetti da questo disturbo.

Nel 2004  YORK Nutritional Laboratories è stata insignita del ” Queen’s Award 2004 for Enterprise: Innovation “, premio annuale assegnato dalla Regina Elisabetta all’azienda più innovativa del Regno Unito.

Un’ indagine svolta da Yorktest Laboratories Ltd. su 3211 pazienti ha riportato i seguenti risultati:

il 96% di questi pazienti ha modificato la propria dieta in seguito ai risultati del Yorktest

il 72% di essi ha registrato la scomparsa dei sintomi entro 60 giorni dall’eliminazione degli alimenti nocivi dalla dieta.