Sentire il tuo corpo

partendo dai piedi !

su appuntamento …


La RIFLESSOLOGIA PLANTARE è una tecnica con la quale si ristabilisce l’equilibrio energetico del corpo, attraverso la stimolazione di punti specifici di riflesso sui piedi.

Parliamo di “COPPETTAZIONE, MAXIBUSTIONE e GUA SHA”

Da settembre siamo felici di proporvi tre tecniche della medicina tradizionale cinese.

Queste tecniche aiutano il raggiungimento dell’equilibrio fisico e potenziano le risorse per poter raggiungere al meglio gli obiettivi di allenamento.

Parliamo di tecniche fatte da persona esperta e competente in possesso di attestazione.

Ora vediamo nello specifico di cosa si tratta.

LA COPPETTAZIONE

La coppettazione è una tecnica antica, una pratica terapeutica di medicina tradizionale cinese che prevede la suzione di alcune aree del corpo mediante speciali vasetti di vetro.

La suzione determina una serie di eventi concatenati:

  • Il primo evento è la distensione dei tessuti connettivi,

  • Il secondo evento è il maggiore afflusso di sangue e linfa.

  • Il terzo e ultimo evento è una più efficace eliminazione delle sostanze di rifiuto e delle tossine, da parte delle cellule del corpo.

.

In altre parole, laddove è applicata la suzione della pelle viene favorita la circolazione sanguigna e linfatica.

È tramite l’eliminazione dei prodotti di rifiuto e delle tossine, che la coppettazione apporta benessere.

La tecnica della coppettazione ha come fondamento la creazione di un vuoto all’interno di un piccolo recipiente, una coppetta di vetro, che viene fatta aderire sul corpo del ricevente in corrispondenza di punti ben precisi – vacuum -.

L’effetto “vacuum” genera un circuito alternativo per i liquidi congestionati allontanandoli dalla zona dolente o di ristagno.

Questo genera un sollievo, a volte immediato, migliorando l’apporto di ossigeno e sostanze favorendo un recupero più rapido.

Grazie alla sua azione dinamizzante, la coppettazione giova a coloro che hanno problemi di:

-  dolori cronici articolari,

-  dolori muscolari,

-  disturbi digestivi,

-  ansia e depressione,

-  senso di pesantezza fisico-psichica,

- disturbi del ciclo mestruale,

- insonnia.

Inoltre si può ottenere un effetto performante nell’attività sportiva come dimostrato da molti campioni, a livello mondiale, che la utilizzano come strumento post allenamento per il recupero.

L’effetto tipico della coppettazione è la comparsa di segni sulla pelle di colore rosso violaceo, sono la normale risposta dell’effetto di suzione della coppetta e scompaiono nel giro di pochi giorni.

Questo trattamento non è estetico, ha l’obiettivo di ottenere un riequilibrio energetico e il miglioramento della potenzialità a livello muscolare.

La coppettazione è effettuata con coppette in vetro riscaldate, non sono utilizzate coppette in plastica e pistola per creare l’effetto sottovuoto.

Questo vi permetterà di sperimentare sul corpo l’autentica percezione della suzione tecnicamente definita “vacuum”.

MAXIBUSTIONE e GUA SHA

Queste due tecniche complementari della medicina cinese, verranno utilizzati durante il trattamento della coppettazione nel caso in cui, dopo la valutazione energetica, si riscontreranno problematiche di deficit o di eccesso energetico.

GUA SHA

E’ una pietra di giada con una particolare forma deputata alla dispersione di stasi energetiche o di particolari contratture muscolari presenti sulla schiena.

MAXIBUSTIONE

La moxa è un carboncino che si applicherà caldo sui punti SHU antichi dei meridiani di medicina cinese per produrre una stimolazione che permetterà la tonificazione in caso di deficit energetico.

IRIDOLOGIA

L’iridologia ha come obiettivo la conservazione della salute e del benessere psico-fisico.

L’iride si presenta come un vero e proprio universo tutto da esplorare.

L’iridologo guarda i nostri occhi usando una lente o un sistema d’ingrandimento più sofisticato (iridoscopio) alla ricerca di informazioni che il nostro meraviglioso sistema biologico mette a disposizione nel tessuto anteriore dell’occhio.

Le iridi di ogni persona sono uniche e rappresentano una specifica identità personale. Osservare l’iride permette di personalizzare ogni processo di guarigione. In un unico sguardo sono disponibili:

aspetti costituzionali, energetici, sistemici,

aspetti psichici e temporali fino a memorie familiari di eventi traumatici.

La sua particolarità  la rende preziosissima per tutte le indagini preventive che mirano alla conservazione della buona salute.

COME SI APPLICA ?

L’iridologia è un metodo:

  • per scoprire e distinguere quali siano le cause, dirette o indirette, dei nostri malesseri, disagi o patologie.
  • che permette di vedere e di capire a quale livello si trova l’errore di base e che facilita quindi la scelta terapeutica, poiché indica la causa prima della malattia.

L’iride è, al di sopra di ogni altro organo, lo specchio delle influenze reciproche tra psiche e corpo, il riflesso della funzione del sistema nervoso centrale e autonomo e della dinamica psicosomatica.

  • È una tecnica – arte di valutazione non invasiva e naturale basata sullo studio dell’iride nell’ occhio umano che permette di cogliere i disagi presenti nell’ organismo considerato nella sua interezza corpo-mente-spirito.
  • È una lettura e l’interpretazione delle forme(morfologia) e dei colori (cromatismi) presenti nell’ iride dell’occhio umano come fonti di informazioni relative all ’intero organismo nella sua globalità, aprendo la possibilità di delineare un quadro sufficientemente completo della persona:

energia e vitalità

costituzione

difese

predisposizioni

aspetti della personalità

traumi

ansia e stress presenti e passati

Quindi con l’iridologia siamo in grado di valutare lo stato di impregnazione tossinica dell’organismo e stimare l’età biologica del soggetto, evidenziare la predisposizione potenzialmente patologica dei vari apparati e funzioni o anche il livello energetico di risposta allo stress

  • uno strumento di consultazione efficace.

LA CONSULTAZIONE CON L’IRIDOSCOPIO

Di fondamentale importanza in ogni consultazione è la comunicazione con la persona consultata che diventa protagonista nel suo processo di guarigione o mantenimento di buona salute

Si utilizza uno strumento complesso e preciso, l’ iridoscopio che analizza l’iride, e che tramite delle foto scattate in periodi successivi, consente di valutare i cambiamenti, offrendo due vantaggi in questo senso:

  1. è uno strumento di valutazione a tutto campo che cerca di armonizzare la persona con i suoi sintomi, il suo stile di vita, il suo ambiente familiare e il suo contesto lavorativo, coinvolgendo così tutti gli aspetti della sua esperienza personale.
  2. È un aiuto visivo per la comunicazione, la comprensione e l’apprendimento dello stato di salute che funge da specchio all’ esperienza personale.